Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Mercato dell’auto in Italia: i numeri di marzo 2021

Le nuove immatricolazioni registrano a marzo un notevole segno più rispetto allo stesso mese del 2020. Il mercato è stato trainato dai veicoli ad alimentazione alternativa: in particolare, le ibride non ricaricabili hanno superato le vendite delle diesel.

Pubblicato il 10/04/2021
I numeri del mercato dell’auto in Italia a marzo 2021

Cresce a marzo 2021 il mercato italiano delle auto nuove, che ha fatto segnare 169.684 immatricolazioni e un +497% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Si tratta però di un confronto poco significativo, poiché la domanda di marzo 2020 era stata sostanzialmente azzerata dal lockdown totale voluto dal Governo per frenare la prima ondata di contagi da covid-19.

Il dato, rilevato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è invece negativo se si rapporta con quello dello stesso mese del 2019: rispetto a due anni fa, le immatricolazioni sono infatti calate del 12,7%.

La top ten delle più vendute

Le quattro ruote ad alimentazione alternativa hanno trainato le vendite, coprendo il 45% del mercato di marzo. Le ibride non ricaricabili sono state il 27% del totale venduto, mentre quasi un auto su quattro ha riguardato un modello a gasolio (il 24%).

La classifica dei modelli più popolari a marzo 2021 vede al vertice la Fiat Panda, con 11.041 auto immatricolate. A seguire troviamo la Fiat 500 (5.835 unità) e la Jeep Renegade (5.360): tra la quarta e la decima posizione si piazzano rispettivamente la Lancia Ypsilon (5.101), la Fiat 500X (5.001), la Toyota Yaris (4.706), la Citroën C3 (4.219), la Ford Puma (4.085), la Renault Captur (3.613) e la Opel Corsa (3.412).

Il mercato dell’usato

A marzo si sono registrati 283.878 passaggi di proprietà. Anche qui, la comparazione va fatta con i numeri del 2019: i trasferimenti delle quattro ruote, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), sono calate del 4,3% rispetto allo stesso mese di due anni fa.

Marzo può invece essere considerato un mese positivo per quanto riguarda le radiazioni di veicoli, salite del 14,6% rispetto al 2019 in termini di media giornaliera. Il risultato è stato possibile grazie alla crescita delle rottamazioni, una scelta fatta da molti automobilisti grazie agli incentivi introdotti dal Governo.

A proposito di incentivi

Il Governo ha rinnovato anche quest’anno l’Ecobonus, l’agevolazione per chi compra un’auto nuova che rispetta maggiormente l'ambiente. In particolare, il contributo è di 10.000 euro se si rottama la vecchia macchina (immatricolata prima del gennaio 2011) per acquistarne una nuova nella fascia di emissioni 0-20 grammi per chilometro (in cui rientrano solo le elettriche), mentre scende a 6.500 euro per i mezzi i cui valori di CO2 sono compresi tra i 21 e i 60 grammi per chilometro (le ibride plug-in). Senza rottamazione, l’agevolazione si attesta rispettivamente a 6.000 e 3.500 euro.

Il contributo è invece minore per le auto diesel, benzina, gpl, metano, mild-hybrid e full hybrid. Stiamo parlando di un incentivo riservato agli acquisti di vetture con emissioni di CO2 comprese tra i 61 e i 135 grammi per chilometro: in questo caso, il taglio sul prezzo di listino è di 3.500 euro. Tuttavia, il contributo è diretto solo coloro che acquistano un’auto nuova con contestuale rottamazione di un veicolo della stessa categoria immatricolato prima del gennaio 2011.

E per risparmiare sull’assicurazione?

Basta affidarsi a CercAssicurazioni.it, il comparatore che confronta le RC Auto più economiche sul mercato. Il portale consente agli utenti di ottenere preventivi convenienti e adatti al proprio profilo di guidatore, perché analizza in modo preciso e veloce tutte le informazioni inserite.

Facciamo un esempio. Ipotizziamo che un dirigente 50enne di Roma (coniugato, prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, percorrenza media annua di 15.000 chilometri) voglia assicurare una Volkswagen Golf GTD 2.0 TDI 5 porte BlueMotion Technology immatricolata nel 2019. Al 10 di aprile, il miglior prezzo è quello offerto da Linear, che fa pagare 325,37 euro per una copertura che ammette solo conducenti di età superiore ai 26 anni.

La polizza prevede la modalità di risarcimento danni in forma specifica, ovvero per i sinistri rientranti nella procedura del risarcimento diretto l’assicurato si impegna a far riparare direttamente il veicolo danneggiato presso un centro di autoriparazione convenzionato con Linear.

A cura di: Enrico Campanelli