Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Esenzione bollo auto 2022: a chi spetta?

L'esenzione dal pagamento del bollo auto per il 2022 riguarda particolari categorie di veicoli, come le auto ibride ed elettriche e le auto d'epoca, e particolari utenti, come i fruitori della Legge 104. L'assicurazione, invece, deve essere corrisposta da tutti gli automobilisti.

Pubblicato il 11/03/2022
salvadanaio a forma di macchinina rossa

La regolarità del pagamento del bollo e dell’assicurazione è importante per poter circolare in sicurezza con la propria auto senza il rischio di incorrere in multe e sanzioni. Ci sono, però, alcuni casi particolari in cui è possibile non procedere con il pagamento del bollo. L’esenzione da tale pagamento riguarda tipologie ben precise di guidatori e di veicoli.

La tassa di competenza regionale da corrispondere una volta l’anno è legata al semplice possesso della vettura, dunque è necessario corrisponderla a prescindere dall’effettivo utilizzo della vettura. Il pagamento può essere effettuato nel mese successivo alla scadenza, che solitamente cade nei mesi di aprile, agosto e dicembre.

Tuttavia, ci sono dei casi in cui il pagamento del bollo non viene richiesto. Chi può usufruire dell’esenzione bollo auto?

  • chi usufruisce della Legge 104;

  • chi ha scelto un veicolo green;

  • i possessori di auto d’epoca.

Chi usufruisce della Legge 104

Tra i soggetti che non devono pagare il bollo ci sono le persone affette da handicap accertato e i loro caregiver. Infatti, i familiari di un portatore di handicap possono usufruire dell’esenzione se quest’ultimo è a loro carico o presenta un reddito che non supera i 2840,51 euro, ma c’è un limite riguardante le tipologie di vetture: l’esenzione non è ammessa per veicoli a benzina con cilindrata superiore a 2000 e quelli a gasolio con cilindrata maggiore di 2800.

In particolare, sono soggetti a esenzione:

  • Persone con disabilità gravi, con minoranza fisica, psichica o sensoriale stabilizzata o progressiva;
  • Genitori delle persone con disabilità gravi;
  • Coniuge della persona con disabilità grave;
  • Parenti o affini entro il secondo grado della persona con disabilità grave;
  • Se la persona disabile ha compiuto 65 anni o è affetta da patologie invalidanti, anche parenti o affini di terzo grado.

Se si desidera richiedere l’esenzione è possibile presentare domanda entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento del bollo presso:

  • Automobile Club Italia;
  • Ufficio tributi;
  • Agenzia delle Entrate.

Chi ha un’auto ibrida o elettrica

Un’altra categoria esente dal pagamento del bollo auto - se concesso dalla Regione di appartenenza - è quella dei proprietari di veicoli ibridi o elettrici. Infatti, per incentivare l’acquisto di auto a basse emissioni, anche in virtù della transizione ecologica e degli obiettivi posti dal Fit for 55, i proprietari di veicoli green sono esonerati dal pagamento della tassa regionale per diversi anni, in base a quanto stabilito dalla Regione. Solitamente per le auto ibride l’esenzione è di 3 anni e per le auto elettriche di 5, ma in alcune Regioni, ad esempio, i possessori di auto elettriche non sono tenuti a pagare il bollo per tutta la vita del veicolo.

Confronta le migliori RC auto e risparmia Fai un preventivo

Chi ha un’auto ultratrentennale

I proprietari di veicoli d’epoca, che dunque abbiano superato i trent’anni dalla prima immatricolazione, godono anch’essi dell’esenzione dal versamento del bollo. Non è necessario presentare alcuna domanda presso gli sportelli convenzionati e non è necessario che il veicolo sia iscritto ad un Registro storico.

Queste auto, però, per poter circolare su strade pubbliche devono versare una tassa di circolazione forfettaria che varia in base al veicolo e alla Regione, ma che solitamente si aggira tra 11 e 30 euro, e che ha validità per un intero anno solare.

Quanto detto finora è valido per tutti quei veicoli circolanti da più di 30 anni, per quanto riguarda invece la auto storiche di interesse collezionistico di età compresa tra i 20 e i 29 anni c’è una riduzione della tassa del 50%, purchè:

  • siano in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato dall’Automotoclub Storico Italiano e Registri di Marca;
  • i riconoscimenti siano annotati sul libretto di circolazione della vettura.

Risparmiare sulla RC auto

Non ci sono esenzioni dal pagamento della RC auto, la polizza obbligatoria che consente di circolare o sostare in strada. Risparmiare sull’assicurazione auto, però, è possibile: CercAssicurazioni.it, infatti, offre un servizio di comparazione delle migliori assicurazioni sul mercato che consente di individuare facilmente l’offerta più conveniente e adatta ad ogni esigenza degli utenti.

A cura della Redazione