Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Cala la spesa per la manutenzione dell’auto

Uno studio realizzato dall’Osservatorio Autopromotec ha stabilito che l’ammontare della spesa che gli automobilisti hanno dedicato nel 2020 alla manutenzione e alla riparazione dell’auto è stato di 27 miliardi di euro, una cifra decisamente inferiore rispetto all’anno precedente.

Pubblicato il 23/06/2021
Cala la spesa per la manutenzione dell'auto

Nel 2020 gli italiani sono stati meno propensi ad effettuare la manutenzione della propria quattro ruote: alla base di questo comportamento c’è la crisi economica creata dalla pandemia da coronavirus.

Il sentiment è stato rilevato da un’indagine dell’Osservatorio Autopromotec (il centro di ricerca di Autopromotec, la filiera espositiva internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico), secondo cui la spesa per la manutenzione sostenuta dagli automobilisti è stata di 27 miliardi di euro, un importo inferiore del 18,9% rispetto al 2019.

Ricordiamo che la dinamica della spesa dipende da tre fattori:

  • i prezzi per i servizi di assistenza auto;
  • l’entità del parco circolante;
  • la quantità degli interventi di officina.

In particolare, per i primi due si è registrata una leggera crescita, rispettivamente +1,1% e +0,3% rispetto al 2019, mentre gli interventi in officina hanno fatto segnare un -20%, un calo che ha avuto un peso decisivo sulla diminuzione della spesa.

Auto: meno manutenzione, più problemi

Trascurare la manutenzione può portare danni costosi all’auto e soprattutto mettere in pericolo la sicurezza propria e degli altri utenti della strada.

Tra gli interventi da non sottovalutare c’è sicuramente il cambio dell’olio (nonché del relativo filtro) e il controllo della cinghia di distribuzione. Quest’ultima potrebbe rompersi nel caso in cui l’automobilista non rispetti l’intervallo chilometrico di sostituzione indicato dalla Casa costruttrice (in media ogni 60-100 mila km), provocando nei casi più gravi il danneggiamento dell’intero propulsore.

È importante fare attenzione anche all’usura delle pasticche dei freni, controllando che durante la frenata non si senta uno stridio metallico: è consigliato non rimandare troppo la loro sostituzione, perché il rischio è quello di non riuscire a frenare l’auto correttamente (e dunque di poter eventualmente causare un incidente).

Non da meno la sostituzione degli pneumatici, un elemento fondamentale dell’auto perché sono gli unici elementi di contatto tra il veicolo e la strada. Coperture usurate non garantiscono il giusto grip in curva e limitano la capacità di accelerare e frenare in sicurezza.

Auto: come contenere la spesa per assicurarla?

CercAssicurazioni.it è il portale online che consente di confrontare le assicurazioni auto delle varie compagnie partner, individuando quella più conveniente in modo semplice e veloce.

Ad esempio, la tariffa più bassa per assicurare una Lancia Ypsilon 1.2 69 CV 5 porte S&S Gold, acquistata nuova nel 2019 da una assicurata 45enne di Mantova (commerciante, coniugata, prima classe di merito da almeno due anni, patente mai sospesa, zero sinistri negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 10.000 chilometri l'anno, ricovero notturno del mezzo in area recintata privata), la offre il preventivo di Verti.

La polizza prevede una copertura per guidatori esperti (con più di 26 anni) al prezzo di 202,61 euro e applica un massimale di 2,5 milioni di euro per i danni alle cose e di 7 milioni di euro per quelli alle persone.

L'assicurazione di Verti garantisce un ulteriore vantaggio all’assicurato: non applica infatti il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente guida con patente scaduta, a patto però che la licenza di guida venga rinnovata entro 90 giorni dalla data dell’incidente.

A cura di: Enrico Campanelli

Parole chiave

manutenzione auto spesa manutenzione auto coronavirus rc auto assicurazione auto