Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Auto rubate: i ladri preferiscono le SUV

Negli ultimi 6 mesi del 2020 le Sport Utility Vehicle hanno raggiunto una quota del 41% sul totale dei veicoli rubati: le preferite dai ladri sono Fiat 500X, Toyota Rav4 e Jeep Renegade. Campania, Lazio, Puglia e Lombardia sono le Regioni dove avvengono più furti.

Pubblicato il 19/03/2021

Il 2020 si è rivelato un anno particolare anche per i furti d’auto.

Secondo un’indagine di LoJack, società americana leader nel settore dei servizi telematici, la sottrazione di veicoli ha subito uno stop durante il primo semestre a causa del lockdown e dei maggiori controlli delle forze dell’ordine: a marzo si è registrato un -56% dei furti rispetto allo stesso mese del 2019, mentre ad aprile e maggio rispettivamente un -87% e -39%. L’attività criminosa è invece ripresa nella seconda parte dell’anno, in cui si è registrato un +30% rispetto al periodo gennaio-giugno 2020. L’interesse dei ladri è cresciuto soprattutto per le Sport Utility Vehicle (SUV), con quest’ultime che sono passate da una quota del 23% sul totale dei veicoli rubati del primo semestre al 41% del secondo semestre.

Quali i modelli di SUV preferiti dai ladri?

La classifica delle Sport Utility più rubate è guidata dalla Fiat 500X, seguita dalla Toyota Rav4 e dalla Jeep Renegade; particolarmente apprezzate anche la Toyota CHR (quarta) la Peugeot 3008 (quinta) e la Ford Kuga (sesta).

La top ten generale vede invece in testa l’utilitaria della Casa FCA (Fiat Chrysler Automobiles), la Fiat Panda, che è anche la vettura più venduta in Italia. Nella classifica troviamo sei SUV e altre tre utilitarie, vale a dire Fiat 500, Lancia Ypsilon e Citroen C3.

Per quanto riguarda invece la geografia delle aree più colpite, la Campania detiene il primato con il 37% dei furti totali: a seguire troviamo il Lazio, 24%, la Puglia, 18%, e la Lombardia, 10%.

La protezione per gli automobilisti arriva dal furto e incendio?

La garanzia accessoria dell'incendio e furto può essere aggiunta alla responsabilità civile di base. In questo modo il veicolo è assicurato in caso di sottrazione sia parziale che totale (inclusa la manomissione), mentre non indennizza i danni scaturiti dalla rottura o rapina di oggetti lasciati nel veicolo, nonché i danni dovuti ad atti vandalici (coperti da una garanzia a parte).

In caso di danneggiamento l’indennizzo equivale all’importo necessario per le riparazioni, considerando il degrado d’uso per i pezzi che sono sostituiti, mentre per il furto totale l’importo liquidato corrisponderà al valore commerciale del mezzo.

RC Auto con furto e incendio: dove trovare la tariffa più conveniente?

Collegandosi al portale CercAssicurazioni.it è possibile individuare e confrontare le migliori polizze auto online presenti sul mercato nazionale. Il sistema di calcolo del portale fornisce risultati mirati per qualsiasi tipologia di utente, perché analizza in modo preciso le informazioni inserite e permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie preferite.

Un esempio? Ipotizziamo al 19 di marzo la richiesta di un architetto trentottenne di Foggia che vuole assicurare una Bmw X1 sDrive 18d – percorrenza di 20 mila chilometri l'anno, veicolo immatricolato nel 2019, guidatore unico in seconda classe di merito, patente mai sospesa, nessun sinistro negli ultimi 5 anni.

Dalla simulazione risulta che il preventivo migliore è quello di Genertel, con una tariffa che ammette solo guidatori esperti (conducente con più di 25 anni) di 293,00 euro per la sola responsabilità civile. Aggiungendo il furto e incendio, il contraente pagherà in tutto 354,80 euro l’anno: ricordiamo che per la garanzia accessoria è previsto un massimale di 20.900 euro e una franchigia di 250 euro.

A cura di: Enrico Campanelli

Parole chiave

auto rubate furti d§auto polizza furto e incendio rc auto