Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Auto circolanti: una su cinque ha più di vent’anni

È particolarmente alto il numero di vetture datate che viaggiano sulle strade italiane: oltre otto milioni di esemplari è stato immatricolato prima del 2002, il 20,3 per cento del totale circolante, mentre sono più di sei milioni quelle che hanno un'età compresa tra i 15 e i 20 anni.

Pubblicato il 09/11/2022
automobile su strada
Un'auto circolante su cinque ha più di vent'anni

Il parco circolante italiano è sempre più datato e ha il triste primato di essere uno dei più vecchi d'Europa.

La conferma arriva dai dati diffusi dall’Osservatorio Autopromotec, secondo cui il 20,3% delle vetture che viaggiano sulle nostre strade ha un’anzianità superiore ai 20 anni: si tratta di oltre otto milioni di auto, che appartengono soprattutto alle classi di emissione Euro 0, Euro 1 e Euro 2.

Secondo l’indagine, la fascia di anzianità più presente tra le vetture che circolano in Italia è quella tra i 5 e i 15 anni, con una percentuale pari al 40,2% sul totale, mentre il 16,6% ha tra i 15 e i 20 anni (6.614.188). Relativamente bassa la percentuale delle auto recenti: quelle immatricolate da meno di 5 anni rappresenta solo il 22,9% del circolante. Dunque, gli automobilisti sono propensi a tenere l’auto più a lungo, visto l’attuale periodo di crisi economica e l’aumento dei prezzi delle vetture nuove e di seconda mano.

Auto datate: l’ambiente ne risente

Le auto fino alla classe Euro 2 hanno emissioni inquinanti maggiori delle nuove Euro 6. Il riferimento va ai maggiori quantitativi di polveri sottili, un dato che costringe le città ad adottare il blocco del traffico quando i livelli di inquinamento superano i valori consentiti. I provvedimenti più drastici riguardando il nord Italia e in particolare la zona le Regioni di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, dove si è deciso di fermare anche le auto diesel fino alla classe Euro 5.

Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo

Rinnovo del parco circolante: un aiuto arriva dagli incentivi statali

Chi deve sostituire l’auto vecchia in favore di una più ecologica può avvantaggiarsi dei bonus statali, che però attualmente riguardano solo le auto elettriche e le ibride plug-in.

Per le vetture con fascia di emissione 0-20 g/km di CO2 (grammi per chilometro di anidride carbonica), di fatto le elettriche, viene riconosciuto un bonus pari a 5.000 euro se si decide di rottamare una vecchia auto fino alla classe Euro 5; senza quest’ultima, il contributo scende a 3.000 euro.

Per la fascia 21-60 g/km (le ibride plug-in) viene invece riconosciuto un bonus, in caso di rottamazione, pari a 4.000 euro; senza un vecchio veicolo da dare in permuta, il contributo scende a 2.000 euro.

Gli incentivi crescono del 50% per chi ha un ISEE fino a 30 mila euro, ossia 7.500 euro (4.500 senza rottamazione) per le elettriche e 6.000 mila euro (3.000 senza auto da rottamare) per le ibride plug-in.

Auto vecchia? Aumenta il rischio del caro-assicurazione

La tariffa RC Auto di un’auto nuova è solitamente più bassa rispetto a una datata, in quanto la prima è più efficiente e quindi meno soggetta al rischio di un sinistro. A tal proposito, è bene dare un consiglio a chi deve assicurare una vettura con più anni: per tenere basso il premio basta affidarsi CercAssicurazioni.it, il portale che confronta le assicurazioni auto più convenienti per te tra quelle proposte dalle compagnie partner..

Un esempio? Ipotizziamo la richiesta di un 50enne residente a Roma (prima classe di merito da almeno due anni, patente mai sospesa, zero sinistri negli ultimi cinque anni, percorrenza media annua di 15.000 chilometri) che vuole assicurare una Volkswagen Passat 1.9 TDI 130 CV immatricolata per la prima volta nel 2003. All’8 novembre la comparazione indica come miglior prezzo la polizza Linear, che offre una copertura per guidatori esperti (ammette conducenti con età superiore ai 25 anni) a 246,40 euro. Il prodotto prevede la modalità di risarcimento danni in forma specifica, ovvero per i sinistri rientranti nella procedura del Risarcimento diretto l’assicurato si impegna a far riparare direttamente il veicolo danneggiato presso una carrozzeria convenzionata con Linear.

Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo
A cura di: Enrico Campanelli