Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Quando scatta la sospensione della patente?

La sospensione della patente è tra i provvedimenti più drastici che un automobilista o un motociclista possa subire, perché gli impedisce di mettersi alla guida per un periodo di tempo più o meno lungo. La durata minima di questa sanzione è di 15 giorni.

Pubblicato il 05/05/2022
patente con a fuoco categorie c e d
Sospensione della patente

La sospensione della patente è una sanzione accessoria che viene disposta dagli agenti quando il guidatore non rispetta alcune norme del Codice della Strada. Con la sospensione, l’utente non potrà utilizzare qualsiasi veicolo per un periodo di tempo che va dai 15 giorni ai 5 anni, in base al tipo di infrazione commessa.

La lista delle trasgressioni che comportano l’applicazione di questa misura è abbastanza lunga. In particolare, tra le infrazioni più frequenti troviamo la circolazione contromano (2 mesi di sospensione della patente), la guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico fino a 0,80 grammi per litro di sangue (tre mesi), il sorpasso in prossimità o in corrispondenza di passaggi a livello senza barriere (un mese) o il superamento del limite di velocità tra i 40 e i 60 chilometri orari (da uno a tre mesi).

Sospensione della patente e veicolo senza assicurazione

La sospensione della patente è un provvedimento che riguarda anche chi è sorpreso alla guida di un veicolo senza polizza RC per almeno due volte: nell’arco di 24 mesi. Il periodo di sospensione varia da uno a due mesi: inoltre, il mezzo è sottoposto a un fermo amministrativo di 45 giorni, un periodo che parte dalla data in cui si è pagata la sanzione e si è riattivato un contratto assicurativo di almeno 180 giorni.

Dunque, viste le sanzioni, è sempre bene non dimenticare di stipulare l’RC Auto: a proposito di assicurazione, non dimentichiamo i vantaggi offerti dal portale CercAssicurazioni.it, che consente di individuare l’assicurazione auto, moto e autocarro più economica sul mercato. Il portale fornisce risultati mirati per ogni profilo di assicurato, perché analizza in modo preciso e veloce tutte le informazioni inserite; in più, permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie preferite.

Confronta le migliori RC auto e risparmia fai subito un preventivo

Sospensione della patente: come fare ricorso?

Il guidatore può presentare il ricorso al Prefetto entro 60 giorni dalla ricezione della notifica del provvedimento. In alternativa, lo stesso conducente può presentare opposizione al Giudice di Pace entro i 30 giorni: oltre queste soglie di tempo, il ricorso contro la sospensione patente non è considerato ammissibile.

Guidare con la patente sospesa: quali conseguenze

Il trasgressore rischia una sanzione amministrativa da 2.050 a 8.202 euro, nonché la revoca della patente di guida e il fermo amministrativo del mezzo per 3 mesi.

Ricordiamo che per revoca della patente si intende l’annullamento (o cancellazione) della licenza in via permanente.

In particolare, la licenza di guida viene revocata:

  • se il patentato commette gravi infrazioni al Codice della Strada (ad esempio, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, superamento del limite di velocità di oltre 60 chilometri orari in un biennio);
  • quando il titolare della licenza perde i requisiti di idoneità fisica e psichica;
  • quando il titolare è riconosciuto socialmente pericoloso (persone sottoposte a misure di sicurezza personali o misure di prevenzione).
  • in caso di omicidio stradale (ma solo se la responsabilità del guidatore non è contestabile).

La persona a cui viene revocata la patente potrà tornare a guidare solo conseguendo una nuova licenza: dovrà quindi sostenere nuovamente l’esame teorico e pratico.

A cura di: Enrico Campanelli