Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Multa: quando è illegittima la posizione dell’autovelox?

La collocazione del dispositivo che rileva la velocità non è consentita in maniera indiscriminata, ma è soggetta a precise condizioni. Quando quest’ultime non sono rispettate, è possibile fare ricorso contro la multa davanti al Giudice di Pace o al Prefetto.

Pubblicato il 03/02/2024
auto in eccesso di velocità
Legittimità degli autovelox

Gli autovelox sono dei dispositivi elettronici che vengono utilizzati per rilevare la velocità dei veicoli. Queste apparecchiature controllano il rispetto dei limiti di velocità imposti per legge e aiutano a ridurre il numero di sinistri e a garantire una maggiore sicurezza a tutti gli utenti della strada.

I dispositivi possono essere di due tipi:

  • fissi, con telecamere collocate in appositi box ai lati della carreggiata;
  • mobili, con telecamere montate sulle pattuglie o su dispositivi portatili utilizzati dalla Polizia Stradale.

Ogni autovelox deve necessariamente essere segnalato da apposita cartellonistica.

Autovelox: la disciplina relativa all'installazione

L'installazione degli autovelox è subordinata a determinate condizioni stabilite dal Decreto Legislativo numero 285 del 1992 e dal decreto legge numero 121 del 2002.

In particolare, occorre la sussistenza di caratteristiche minime della strada. Inoltre, su determinate tipologie di strade, come le extraurbane secondarie e le urbane, occorre l’emissione di un decreto da parte del Prefetto per autorizzare l’installazione dei rilevatori (in quanto non ricomprese nell’articolo 2 del decreto legislativo 285).

Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo

Posizione autovelox: ecco quando la multa può essere annullata

Le strade (anche in presenza del decreto prefettizio) che mancano di una delle caratteristiche ritenute necessarie dalla legislazione nazionale possono essere ritenute dai giudici non idonee alla collocazione dell’autovelox, con conseguente annullamento della sanzione. Ad esempio, l’autovelox non può essere posizionato sulle strade extraurbane se quest’ultime non presentano la banchina laterale.

Multe autovelox: come si contesta il verbale?

È possibile fare ricorso al Giudice di Pace o al Prefetto.

Ricordiamo che il ricorso al Giudice di Pace va presentato entro 30 giorni dalla data di contestazione della multa o dalla data notifica. Alla domanda si deve allegare il modulo della sanzione, la copia del proprio documento d’identità, la ricevuta di pagamento per il contributo unificato (43, 98 o 237 euro in base all’importo della multa) ed eventualmente anche una marca da bollo di € 27,00.

Per quanto riguarda invece il ricorso al Prefetto, deve essere proposto entro 60 giorni. In questo caso, non è previsto alcun pagamento: la contestazione può essere consegnata di persona negli uffici territoriali della Prefettura o inviata a mezzo raccomandata.

Ricordiamo che al Giudice di Pace è possibile ricorrere anche contro la decisione del Prefetto di rigettare il ricorso per la sanzione amministrativa.

Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo

A proposito di multe: attenzione alla guida senza assicurazione

Chi circola senza assicurazione (o con l’assicurazione scaduta) rischia una sanzione amministrativa compresa tra 866 e 3.464 euro. Inoltre, la circolazione sulla strada del veicolo viene fatta immediatamente cessare dagli agenti: il mezzo viene prelevato, trasportato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio, individuato in via ordinaria dall’organo accertatore o, in caso di particolari condizioni, concordato con il trasgressore.

Dunque, è sempre bene essere in regola con la copertura assicurativa. Un consiglio per poter risparmiare sul premio è di affidarsi a CercAssicurazioni.it, il portale che confronta le assicurazioni auto più economiche offerte dalle migliori compagnie online presenti sul mercato. Il sistema di calcolo di CercAssicurazioni.it fornisce risultati mirati per ogni profilo di assicurato perché analizza in modo preciso e veloce tutte le informazioni inserite; in più, permette all'utente di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie che considera più adatte alle proprie esigenze.

Le RC auto online più economiche di febbraio 2024:

Assicurazione Auto Massimale Prezzo
Polizza auto BeRebel 7.000.000 € per persone, 3.000.000 € per cose. da 103,05 €
Polizza auto Prima.it Ripara Prima 6.450.000 € per le persone e 1.300.000 € per le cose. da 131,00 €
Polizza auto Prima.it 6.450.000 € per le persone e 1.300.000 € per le cose. da 131,00 €
Polizza auto Bene Assicurazioni autofit 6.450.000 € per danni a persone e 1.300.000 € per danni a cose da 156,00 €
Polizza auto Linear autobox 6.450.000 € per persone, 1.300.000 € per cose. da 157,36 €
Polizza auto Linear riparazione diretta 6.450.000 € per persone, 1.300.000 € per cose. da 173,88 €
Polizza auto Genialclick 6,5 milioni di € per persone e 6,5 milioni di € per cose. da 179,00 €
Polizza auto Linear 6.450.000 € per persone, 1.300.000 € per cose. da 180,71 €
Polizza auto ConTe.it assistenza no stress 10 milioni di € per le persone e 1,3 milioni di € per le cose. da 181,03 €
Polizza auto ConTe.it 10 milioni di € per le persone e 1,3 milioni di € per le cose. da 182,86 €
A cura di: Enrico Campanelli

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 5 su 5 (basata su 1 voto)