Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Incidente stradale: quando interviene il Fondo Garanzia Vittime della Strada?

Il Fondo risarcisce i danneggiati in caso di incidente con un veicolo non assicurato, non identificato o assicurato con una compagnia in liquidazione coatta. La richiesta di risarcimento dovrà essere inviata alla CONSAP e all’impresa designata competente per il luogo in cui è avvenuto il sinistro.

Pubblicato il 23/04/2021
Fondo di garanzia vittime della strada

L’incidente stradale causato da un veicolo che circola senza copertura assicurativa può creare non pochi problemi al guidatore danneggiato.

In questo caso, l’assicurato che ha subito dei danni non può essere risarcito dalla compagnia propria o della controparte, ma deve fare richiesta al Fondo Garanzia Vittime della Strada.

Quest’ultimo rimborsa nel limite fissato dal massimale minimo previsto dalla legge, ossia 6,07 milioni di euro per i danni alle persone e 1,22 milioni di euro per quelli alle cose.

Il Fondo interviene anche in caso di sinistro con veicoli:

  • non identificati (copre i danni alla persona, mentre il danno materiale solo nei casi di lesioni gravi alla persona);
  • assicurati con imprese poste in liquidazione coatta amministrativa (fallite);
  • spediti nel territorio italiano da un altro Paese dell’Unione Europea;
  • posti in circolazione contro la volontà del proprietario (ad esempio nel caso di furto del mezzo);
  • immatricolati all’estero.

Come si accede al Fondo Garanzia Vittime della Strada?

Il danneggiato dovrà inviare la richiesta di risarcimento alla CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici), l'ente che gestisce il Fondo, e all’impresa competente per il territorio in cui è avvenuto il sinistro. La richiesta dovrà essere corredata di tutta la documentazione necessaria per verificare i fatti avvenuti: la compagnia designata avrà 2 mesi di tempo (60 giorni) per formulare la proposta di risarcimento o in alternativa fornire le motivazioni per cui non effettua alcuna offerta. Tale termine potrà essere posticipato di altri 120 giorni se il danno viene causato da un veicolo assicurato presso una compagnia assicurativa in fallimento.

Ricordiamo che il Fondo Garanzia Vittime della Strada si finanzia grazie a un’aliquota sui premi assicurativi versati dai contraenti delle polizze, che attualmente è del 2,5%.

Veicoli senza assicurazione: quanti sono in Italia?

Le stime dell’ANIA, l’Associazione Nazionale delle Imprese di Assicurazione, parlano di circa 2,6 milioni di veicoli che circolano senza una polizza RC Auto. Il dato si riferisce alle categorie sia degli autoveicoli che dei motoveicoli: si tratta del 5,9% del parco circolante. Tuttavia, l’Associazione ha evidenziato che il numero è più basso rispetto agli anni precedenti: erano infatti 3,9 milioni nel 2014, 2,9 milioni nel 2016 e 2,7 milioni nel 2018.

Ricordiamo che la circolazione con un veicolo privo di assicurazione fa rischiare una sanzione amministrativa che varia dagli 848 ai 3.396 euro. Insieme alla multa, è previsto anche il sequestro del veicolo, che le forze di Polizia trasporteranno in un luogo non aperto alla circolazione. Lo stesso luogo può essere, in particolari condizioni, concordato con il trasgressore.

Un’assicurazione conveniente aiuta ad arginare il fenomeno dell’evasione assicurativa?

Esistono dei casi in cui la mancata sottoscrizione della polizza è legata a problemi economici degli assicurati, che magari non possono permettersi di versare un premio particolarmente alto. A tal proposito, può essere d’aiuto rivolgersi a CercAssicurazioni.it, il portale che individua i preventivi RC Auto più economici sul mercato. Il portale fornisce un elenco delle polizze più economiche in base a profilo e storia assicurativa di chi sottoscrive l'assicurazione online.

A cura di: Enrico Campanelli

Parole chiave

fondo vittime strada fondo garanzia vittime della strada fondo vittime della strada rc auto consap