Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Incentivi auto 2023: a quanto ammontano e come richiederli

Tornano operativi gli incentivi per l’acquisto di vetture elettriche, ibride e termiche. Come lo scorso anno, i bonus vengono riconosciuti sotto forma di sconto sul prezzo di listino della vettura e variano da un minimo di due mila euro a un massimo di cinque mila euro.

Pubblicato il 13/01/2023
giovane donna stringe la mano di un concessionario dopo aver acquistato un'auto
Incentivi auto 2023

Ripartono a pieno ritmo gli incentivi per l’acquisto di nuove auto. I contributi sono disponibili dallo scorso 10 gennaio: come gli scorsi anni, sono erogati sotto forma di sconto sul prezzo di listino e prevedono importi variabili in base alle tre fasce di emissioni di anidride carbonica (CO2) del veicolo acquistato.

In particolare, lo schema degli incentivi in caso di rottamazione di una vecchia vettura fino alla classe Euro 5 è il seguente:

  • 5.000 euro per la categoria di vetture con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 g/km (le elettriche);
  • 3.000 euro per i modelli con CO2 compresa tra 21 e 60 g/km (le ibride plug-in);
  • 2.000 euro per le vetture con CO2 compresa tra 61 e 135 g/km (modelli a motore termico – benzina, diesel, Gpl, metano e ibride non ricaricabili).

Senza rottamazione, l’incentivo scende a 3.000 euro per le vetture elettriche e a 2.000 euro per le ibride plug-in, mentre è pari a zero per le vetture a motore termico.

Ricordiamo che è previsto un tetto massimo del prezzo di listino dell’auto da acquistare (compresi accessori a pagamento): il costo, privo di IVA e IPT, è di 35.000 euro nelle fasce 0-20 g/km e 61-135 g/km di CO2 e 45.000 euro nella fascia 21-60 g/km di CO2.

Il contributo viene riconosciuto direttamente dai rivenditori, che hanno il compito di registrarsi alla piattaforma ecobonus e prenotarlo.

Incentivi anche per le società di car sharing e autonoleggio

In questo caso gli sconti sono più bassi e riguardano solo le vetture elettriche e ibride plug-in. In particolare, il contributo ammonta:

  • a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione per gli autoveicoli nella fascia di emissioni 0-20 g/km (auto elettriche);
  • a 2.000 euro con rottamazione e 1.000 euro senza rottamazione per autoveicoli nella fascia di emissioni 21-60 g/km (auto ibride plug-in).
Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo

Sconti statali anche per moto e veicoli commerciali

I contributi per l’acquisto di ciclomotori e motocicli (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7) riguardano sia i mezzi elettrici che quelli con motore termico.

Nel dettaglio, per le moto elettriche il contributo è del 30% sul prezzo d’acquisto, fino al massimo di 3.000 euro, oppure del 40%, fino a 4.000 mila euro, se viene rottamata una moto con classe di emissione fino alla Euro 3.

Per le moto a benzina è previsto, a fronte di uno sconto del rivenditore del 5%, un contributo del 40%, fino a un massimo di 2.500 euro, sul prezzo d’acquisto con rottamazione di una moto da Euro 0 a Euro 3.

Per quanto riguarda invece gli incentivi per i veicoli commerciali, riguardano solo i mezzi 100% elettrici e prevedono le seguenti cifre:

  • 4.000 euro per l’acquisto di veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate;
  • 6.000 euro per i veicoli N1 superiori a 1,5 tonnellate e fino a 3,5 tonnellate;
  • 12.000 euro per i veicoli N2 da 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate;
  • 14.000 euro per i veicoli N2 superiori a 7 tonnellate e fino a 12 tonnellate.

Gli sconti statali non prevedono un tetto massimo di spesa per l’acquisto del veicolo commerciale nuovo e soprattutto si applicano solo in caso di contestuale rottamazione di un mezzo di pari categoria omologato in una classe di emissione inferiore alla Euro 4.

Auto nuova: un consiglio sull’assicurazione

L’incentivo è un taglio di spesa importante per chi acquista un’auto. Quanto risparmiato può essere impiegato per sottoscrivere la polizza RC Auto per i prossimi anni: ricordiamo che per scegliere la giusta copertura basta rivolgersi a CercAssicurazioni.it, il portale online che confronta le assicurazioni auto più convenienti per te.

Un esempio? Ipotizziamo la stipula di una polizza per una Alfa Romeo Tonale 130 CV MHEV TCT7 acquistata da una imprenditrice 45enne (prima classe di merito da più di due anni, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 15.000 chilometri ogni 12 mesi, ricovero notturno della vettura in area recintata privata) residente a Milano. La migliore tariffa è offerta da Verti, che al 13 di gennaio fa pagare 210,04 euro: l'assicurazione di Verti applica una formula di guida esperta, che permette l’utilizzo del mezzo a tutti i guidatori di età superiore ai 23 anni.

A cura di: Enrico Campanelli