Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Foglio rosa e neopatentati: cosa cambia con il decreto Infrastrutture?

Il nuovo decreto allunga la durata del foglio rosa, che passa da 6 a 12 mesi. Novità anche per i freschi di patente: il limite di potenza per le auto guidate nel primo anno non viene più applicato se al fianco del neopatentato siede un guidatore esperto.

Pubblicato il 19/11/2021
Novità per neopatentati e foglio rosa

Novità importanti in tema di patente dal decreto Infrastrutture, il provvedimento entrato in vigore a partire dallo scorso 10 novembre 2021.

Il primo cambiamento riguarda un’agevolazione per tutti coloro che devono sostenere l’esame per conseguire il documento di guida. La validità del foglio rosa, che consente al guidatore di esercitarsi con il mezzo su strada pubblica, è stata prolungata da 6 mesi a un anno: grazie all’allungamento del periodo, l’esame potrà essere ripetuto fino a tre volte (e non due) in caso di esito negativo.

Nuove regole per i neopatentati

La novità riguarda il limite di potenza delle auto utilizzate, che dev’essere rispettato nei primi 12 mesi in cui si è conseguita la patente B. In particolare, l’articolo 117 del Codice prevede che i freschi di patente possano mettersi alla guida solo degli autoveicoli con Potenza Specifica (PS) inferiore o uguale ai 55 kilowatt, vale a dire con rapporto peso-potenza di massimo 75 cavalli per tonnellata. La riforma consente ora ai neopatentati di condurre un’auto senza vincoli di potenza, ma solo se accompagnati da una persona in possesso della stessa tipologia di patente da più di 10 anni e di età non superiore a 65 anni.

Neopatentati: restano le altre restrizioni

È previsto un limite massimo di velocità per i primi tre anni dal conseguimento del documento di guida di 90 chilometri/orari per le strade extraurbane principali e di 100 sulle autostrade, indipendentemente dalla cilindrata o dalla potenza dell’auto. Inoltre, i neopatentati non possono guidare dopo aver assunto qualsiasi bevanda alcolica, in quanto il limite è di 0,0 grammi di alcool per litro di sangue.

Le sanzioni per i neopatentati sono pesanti

Le regole sulla decurtazione o attribuzione dei punti sulla patente sono diverse rispetto ai patentati con più esperienza. Per quest’ultimi, la dotazione viene ridotta secondo un punteggio che può arrivare fino a 10 punti per singola violazione: questo iter è invece più severo per chi ha la licenza da meno di tre anni, che vede raddoppiare la penalità. Per quanto riguarda invece il bonus punti, per chi non commette infrazioni al Codice della Strada, la normativa stabilisce che ogni automobilista abbia diritto dopo due anni a due punti in più, che per i neopatentati scendono a 1 per ogni anno di comportamento virtuoso (raggiungendo quindi un massimo di 3 punti extra in 3 anni).

In più, per tutte le infrazioni che prevedono la sospensione della patente, si applica ai neopatentati un periodo che per la prima violazione è maggiore di un terzo rispetto a quello stabilito per i guidatori più esperti.

Neopatentati: un consiglio per assicurarsi

I freschi di patente sono considerati dalle compagnie come la categoria di guidatori più a rischio, ossia che provoca più incidenti. Per questo motivo, le stesse imprese assicurative applicano ai neopatentati premi più alti rispetto agli assicurati con più esperienza.

A questo proposito, può essere utile ricordare che è possibile scegliere l'RC Auto su CercAssicurazioni.it, il portale che confronta le assicurazioni più convenienti sul mercato e che consente di risparmiare sul prezzo della polizza diverse centinaia di euro.

Un esempio? Ipotizziamo la richiesta di un assicurato 20enne (studente, percorrenza media di 10 mila chilometri annui, ricovero della vettura in box privato, due auto presenti nel nucleo familiare), che eredita dal padre (50enne) la prima classe di merito grazie all'applicazione della Legge Bersani e vuole assicurare una Ford Fiesta 1.1 5 porte Plus (prima immatricolazione nel 2021).

La polizza più economica la propone Allianz Direct che richiede una spesa di 293,00 euro per i 12 mesi. La compagnia prevede un alto importo del massimale, visto che prevede 6,1 milioni di euro sia per i danni alle persone che per quelli alle cose.

A cura di: Enrico Campanelli