Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Bollo moto: costi e scadenze per il 2023

Il bollo moto è un'imposta che riguarda solo le due ruote di cilindrata superiore ai cinquanta centimetri cubici. L'importo del bollo è variabile, perchè calcolata in base alla potenza effettiva del motore, espressa in kilowatt, e alla classe ambientale.

Pubblicato il 11/11/2022
motocicletta parcheggiata
Bollo moto 2023: tutte le informazioni utili

Anche nel 2023 i motociclisti saranno soggetti al pagamento del bollo, l’imposta da corrispondere annualmente per il possesso di un qualsiasi veicolo a motore.

Per quanto riguarda le due ruote, il bollo va versato solo dai proprietari dei motocicli, caratterizzati dalla cilindrata superiore ai 50 centimetri cubici. Sono invece esclusi i ciclomotori (hanno cilindrata inferiore ai 50 cc), in quanto non iscritti al Pubblico Registro Automobilistico: per questi, è in vigore solo una tassa di circolazione che varia in base alla Regione di immatricolazione (in media si spende sui 20 euro).

La scadenza del bollo moto è fissata generalmente nei mesi di gennaio e luglio. Il pagamento può invece essere effettuato entro il mese successivo a quello della scadenza: ad esempio, se quest’ultima è fissata a gennaio 2023 potrà essere versato entro il 28 febbraio 2023. Per Lombardia e Piemonte il pagamento si effettua invece in base al mese in cui è avvenuta l’immatricolazione.

In caso di primo bollo per un motociclo nuovo, va pagato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Ricordiamo che se il mezzo è stato immatricolato negli ultimi dieci giorni del mese, la scadenza può slittare alla fine del mese seguente.

Confronta le RC moto e risparmia fai subito un preventivo

Bollo moto: vademecum su come si calcola

Per i motocicli con potenza fino a 11 kiloWatt (15 cavalli) si paga un ammontare fisso stabilito dal tariffario nazionale, che è pari:

  • a 26,00 euro per i modelli Euro 0;
  • a 23,00 euro per i modelli Euro 1;
  • a 21,00 euro per i modelli Euro 2;
  • a 19,11 euro per i modelli Euro 3, Euro 4 e superiori.

Per le due ruote di potenza superiore, va aggiunto all'ammontare fisso un importo extra per ogni kiloWatt in più rispetto alla soglia degli 11 kiloWatt.

Gli importi extra sono di:

  • 1,70 euro per i modelli Euro 0;
  • 1,30 euro per i modelli Euro 1;
  • 1,00 euro per i modelli Euro 2;
  • 0,88 euro per i modelli Euro 3, Euro 4 e superiori.

Tuttavia, alcune Regioni stabiliscono importi fissi ed extra differenti dal tariffario nazionale. Dunque, per il calcolo esatto del bollo moto è sempre bene affidarsi al sito online dell'Agenzia delle Entrate: per ottenere la cifra da corrispondere sarà necessario inserire sul portale il modello e il numero di targa.

Come pagare il bollo moto?

Il bollo può essere versato con bollettino presso le filiali di Poste Italiane, oppure nelle ricevitorie Sisal e della Lottomatica, le agenzie di pratiche auto, o gli sportelli delle sedi ACI. Per i pagamenti online, si può usufruire del servizio Bollonet di ACI, attivo in tutte le regioni escluse Sardegna, Marche, Veneto e Friuli, sul portale dell’Agenzia delle Entrate o tramite l’app dei servizi pubblici IO.

Confronta le RC moto e risparmia fai subito un preventivo

Si paga il bollo per le moto storiche?

I motocicli con anzianità di immatricolazione compresa tra i 20 e i 29 anni e in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato dalla Federazione Motociclistica Italiana (FMI), possono usufruire di una riduzione del bollo del 50%. Per ottenere la riduzione, basta presentare alla Motorizzazione Civile la domanda di aggiornamento della carta di circolazione, a cui si deve allegare l’originale e la fotocopia del certificato che ne attesta la storicità.

Le moto ultratrentennali sono invece esenti dal pagamento del bollo. Per ottenere il beneficio non occorre presentare alcuna domanda e non è inoltre necessario che siano iscritte in un registro storico.

Moto: un consiglio anche sull’assicurazione

Per risparmiare sul premio basta affidarsi a CercAssicurazioni.it, il portale online che confronta in modo veloce e gratuito le assicurazioni moto più convenienti  per te, tra quelle proposte dalle compagnie partner.

Un esempio? Un motociclista 46enne (commerciante, coniugato, prima classe di merito da almeno due anni, nessun sinistro negli ultimi cinque anni, percorrenza media annua di 1.000 chilometri), residente a Udine, che ha richiesto un preventivo per una Honda CRF 300 (immatricolata nel 2022), può contare sul miglior prezzo della compagnia Allianz Direct. L'assicurazione fa pagare solo 108,00 euro per l'anno di contratto (tariffa aggiornata alla fine di ottobre 2022): Allianz Direct applica un massimale pari a 6,5 milioni di euro sia per i danni alle persone che per quelli alle cose.

A cura di: Enrico Campanelli