Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Assicurazioni: mercato delle polizze sempre più digitale

Il futuro dell’assicurazione sarà in rete. È quanto emerge dal rapporto Ivass, dove si fa riferimento all’IA nella mobility e a prodotti sempre più personalizzati grazie al digitale. Il Covid ha stimolato la prevenzione, mentre ha debuttato la prima polizza pay per use sulla casa.

Pubblicato il 18/09/2021
Rapporto Ivass sull'andamento del mercato assicurativo nel primo semestre 2021

Polizze assicurative e tecnologia digitale sempre più a braccetto. È quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Ivass sull’andamento dei prodotti assicurativi relativo al primo semestre di quest’anno. Nel ramo danni, per esempio, le nuove offerte sono sempre più digital, con il modello ‘pay per use’, finora usato soprattutto nel settore mobilità, che si estende anche al settore casa.

Grazie all’impiego di tecnologia, le compagnie hanno sviluppato prodotti innovativi, arricchiti di strumentazioni, interamente digitali, che tendono a offrire maggiore sicurezza ai clienti, oltre che a rendere più efficienti i processi assuntivi e liquidativi.

Per i cittadini si sta aprendo un mondo assicurativo del tutto nuovo, con le compagnie che tenderanno a offrire prodotti sempre più personalizzati, più facili da comprendere e, grazie alle piattaforme digitali, si potrà compararli e anche sottoscriverli stando comodamente seduti nel saluto di casa. Opzioni già possibili con CercAssicurazioni.it, che vanta un’esperienza di lunga durata come comparatore assicurativo visitato ogni mese da migliaia di italiani che vogliono risparmiare sulla polizza RC Auto/Moto/Autocarro

Compara le RC auto e risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

Il Covid ha stimolato il bisogno di prevenzione

La pandemia, secondo il rapporto dell’Ivass, ha fatto crescere negli italiani il bisogno di prevenzione nel campo della salute e, di riflesso, è aumentata anche l’offerta di polizze che tendono ad essere arricchite da tutta una serie di servizi di assistenza.

Per esempio, vengono proposte polizze multirischio personalizzabili, acquistabili anche su piattaforme e-commerce. Inoltre, secondo il report, alcune compagnie hanno sviluppato coperture per fornire protezione contro eventuali reazioni ai vaccini anti Covid-19 e, per i medici che effettuano le somministrazioni, estensioni gratuite della garanzia Diaria e Rimborso Spese.

L’intelligenza artificiale nella mobility

Tornando al ramo danni, le novità più interessanti sbarcate sul mercato puntano in particolare sull’uso di sistemi di intelligenza artificiale e su coperture ad hoc collegate al COVID-19. Nel settore mobility l’offerta è infatti sempre più rivolta a un’auto “connessa” e vengono sviluppate polizze interamente digitali con garanzie personalizzabili (con sempre più attenzione alla mobilità elettrica). A questo proposito, nuove iniziative sono state rivolte ai clienti per offrire risparmi sui premi, agevolazioni su garanzie a scelta e servizi digitali per la sicurezza in auto.

Compara le RC auto e risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

La prima polizza ‘pay per use’ sulla casa

Il mercato delle polizze casa registra in questa prima metà del 2021 un’interessante novità: la prima polizza pay per use, ovvero la copertura caratterizzata dalla modularità del premio in base al reale utilizzo dell’abitazione.

Nel frattempo, prosegue l’offerta di tradizionali polizze per la casa con specifiche coperture contro il rischio cyber e contro eventi catastrofali, mentre sono stati sviluppati prodotti che premiano la sostenibilità ambientale attraverso sconti o coperture per incentivare il ricorso all’ecobonus.

Nel ramo vita più polizze multiramo che prodotti rivalutabili

Ci sono novità anche nel settore vita, dove le compagnie tendono a offrire polizze multiramo, mentre sono meno orientate verso prodotti di tipo rivalutabile. L’orizzonte temporale medio raccomandato per l’investimento in prodotti assicurativi di investimento (IBIPs) si mantiene sui 7 anni e nell’ambito degli IBIPs le polizze rivalutabili si confermano le meno costose.

A cura di: Fernando Mancini