Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Massimale

Aggiornato il 22/04/2021

Il massimale è la somma massima, stabilita contrattualmente, per la quale l'assicuratore si impegna a prestare la garanzia assicurativa. In breve, si può dire che è il massimo risarcimento possibile che l'assicuratore pagherà al danneggiato in caso di sinistro.

Per la responsabilità civile dei veicoli (RC Auto) viene stabilito un massimale minimo che varia in base a ciò che la compagnia deve risarcire. Attualmente, quello per i danni alle persone è di 6,070 milioni di euro, indipendentemente dal numero delle vittime, mentre per i danni alle cose si attesta a 1,22 milioni di euro, indipendentemente dal numero di beni danneggiati. Queste cifre sono in vigore dall’11 giugno del 2017 e devono essere aggiornate ogni cinque anni.

L’assicurazione paga di tasca propria fino al limite del massimale, mentre la differenza deve essere corrisposta dall’assicurato che ha causato il sinistro. Ad esempio, se i danni alle cose arrivano a quota 1,5 milioni di euro, la compagnia rimborserà agli aventi diritto 1,22 milioni di euro e la restante parte, 280.000 euro, dovrà essere pagata dall’assicurato responsabile del sinistro.

Tuttavia, alla stipula della polizza è possibile richiedere un aumento del massimale rispetto alla soglia minima stabilita per legge. La prassi può essere utile in caso di sinistri particolarmente gravi, che per via dei danni a persone e cose possono far salire il risarcimento ad un importo nell’ordine dei milioni di euro.

Un problema può nascere quando il danno causato dall’assicurato diventa superiore al massimale per effetto del trascorrere del tempo (ad esempio, perché il danneggiato è costretto a procedimenti in tribunale per ottenere il risarcimento). A parere della Corte di Cassazione, se la compagnia ritarda il pagamento e maturano somme a titolo di interessi moratori o rivalutazioni monetarie che superano il massimale, quest’ultimo non è più applicabile.

Termini correlati