Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
logo cercassicurazioni.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Neopatentati: i limiti alla guida dell’auto per il 2023

I freschi di patente possono guidare vetture con una potenza non superiore ai 55 kiloWatt, o 75 cavalli, per tonnellata. Tra le restrizioni troviamo anche i limiti di velocità inferiori su strade extraurbane e autostrade e il divieto assoluto di bere alcolici prima di mettersi alla guida.

Pubblicato il 28/06/2023
ragazza sorridente in macchina
I limiti al volante per i neopatentati

I neopatentati, indipendentemente dall’età di conseguimento della licenza di guida, sono soggetti a una serie di regole specifiche previste dal Codice della Strada. Si tratta di limitazioni ritenute necessarie per via della poca esperienza di questi guidatori al volante dell’auto, un modo per tutelare gli stessi neopatentati e gli altri utenti della strada.

Tra le restrizioni in vigore troviamo i diversi limiti di velocità sulle strade a scorrimento veloce. I neopatentati non possono viaggiare a 130 chilometri orari (km/h) in autostrada o a 110 km/h sulle strade extraurbane come gli altri automobilisti: il limite massimo è rispettivamente di 100 km/h e 90 km/h.

I trasgressori sono soggetti a una sanzione amministrativa compresa tra 168 e 674 euro, nonché la decurtazione di un numero di punti dalla patente che varia dai sei a venti in base alla velocità in eccesso; se il limite di velocità è superato di oltre 60 km/h si applica anche la sospensione della patente fino a otto mesi.

Ricordiamo una novità per i prossimi mesi del 2023. La bozza di legge relativa alla riforma del Codice della Strada prevede un'ulteriore sanzione in caso di eccesso di velocità (che riguarderà anche i patentati più esperti), ossia la sospensione della patente sul cui conto figurino già meno di 20 punti.

Confronta le RC auto e risparmia fai subito un preventivo

Neopatentati: i limiti sulla potenza della vettura

Secondo l’articolo 117 del Codice della Strada non si possono guidare vetture con potenza superiore ai 55 kiloWatt per tonnellata per le vetture a motore endotermico e ai 65 kiloWatt per tonnellata per le vetture elettriche. Questa restrizione deve essere rispettata per un periodo di dodici mesi: anche in questo caso sono previste novità dalla riforma del Codice della Strada, che già dopo l'estate prevede di portare questo termine a tre anni.

La restrizione vieta comunque di utilizzare veicoli di categoria M1 con più di 70 kilowatt (95 cavalli). Il neopatentato che viola questa disposizione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 165 a 660 euro, oltre alla sospensione della validita' della patente da due ad otto mesi.

Lo stesso articolo 117 specifica che il limite sulla potenza viene meno solo se il neopatentato è accompagnato da una persona di età non superiore ai 65 anni e in possesso della stessa tipologia di patente da più di 10 anni.

Neopatentati: tasso alcolemico pari a zero

Sempre per i primi tre anni dal conseguimento della patente, i neopatentati non possono guidare il mezzo dopo aver assunto qualsiasi bevanda alcolica. Dunque, secondo l’articolo 186 bis del Codice della Strada, il limite è di 0,0 grammi per litro: chi non rispetta la norma rischia una sanzione che varia in base alla concentrazione di etanolo nel sangue.

Nel dettaglio:

  • con un tasso fino a 0,5 grammi per litro di sangue (g/l) viene inflitta una sanzione da 168 a 672 euro;
  • con tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 g/l, la sanzione varia da 724 a 2.893,33 euro ed è prevista anche la sospensione della patente per 4-8 mesi;
  • con tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l, la sanzione varia da 1.066,67 a 4.800 euro, mentre la sospensione della patente sale a 8-18 mesi e si aggiunge la reclusione fino a 9 mesi;
  • con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, la sanzione varia da 2.000 a 9.000 euro, la sospensione della patente da 16 mesi a 3 anni e l’arresto da 8 a 18 mesi.

RC Auto e neopatentati: il premio da pagare è più alto

La tariffa RC Auto pagata dai neopatentati può essere particolarmente costosa. Le compagnie, infatti, considerano i freschi di patente come la categoria di guidatori più a rischio di incidenti: la maggiore frequenza di sinistri, porta all’applicazione di un premio di polizza più alto rispetto ai guidatori con più esperienza.

A questo proposito, può essere utile per i neopatentati cercare la polizza su CercAssicurazioni.it, il portale che confronta le assicurazioni auto più economiche messe a disposizione dalle varie compagnie partner.

A cura di: Enrico Campanelli

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 4 su 5 (basata su 3 voti)