Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Moto: prorogato il taglio delle tariffe autostradali

Rinnovato anche per il 2021 lo sconto del 30% per i pedaggi autostradali dei veicoli a due ruote. Il taglio della tariffa avviene tramite Telepass, il sistema di pagamento elettronico del pedaggio, che deve essere abbinato alla targa di un solo motociclo.

Pubblicato il 26/02/2021

Buone notizie per i motociclisti che quest’anno percorreranno le strade a pagamento con la propria due ruote.

Son stati infatti confermati gli sconti sulle tariffe autostradali: dunque, tutte le moto e gli scooter pagheranno il 30% in meno sul pedaggio. Il bonus è in vigore da agosto del 2017, quando l’AISCAT (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori) ha risposto positivamente alle sollecitazioni del Governo e dell’ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori) di cambiare la logica dei pagamenti autostradali che equiparava due e quattroruote.

Lo sconto permetterà, ad esempio, di percorrere il tratto Firenze-Roma spendendo una cifra di circa 12,8 euro, contro i 18,40 euro pagati dagli autoveicoli.

Le tariffe più basse in favore della moto vengono già applicate in molti Paesi europei, tra cui Austria, Francia, Grecia e Portogallo, dove si paga tra il 30% ed il 50% in meno rispetto alle auto. In altri Stati, invece, non è dovuto alcun pedaggio: si tratta di Danimarca, Finlandia, Belgio, Germania, Gran Bretagna, Lettonia, Lituania, Norvegia, Olanda e Svezia.

Come ottenere il bonus

La tariffa ridotta viene applicata solo se si è in possesso del dispositivo Telepass, il sistema di pagamento elettronico del pedaggio. In particolare, l’interessato deve sottoscrivere un abbonamento Telepass family e abbinarlo esclusivamente alla targa di una moto.

Ricordiamo che in autostrada possono viaggiare solo i motocicli con cilindrata superiore ai 150 centimetri cubici (cc): l’articolo 175 comma 2 del Codice della Strada vieta infatti la circolazione ai ciclomotori e ai motocicli di cilindrata inferiore a questa soglia. Tuttavia, le commissioni parlamentari competenti hanno approvato un disegno di legge che abbassa il limite della cilindrata a 120 cc, ma il testo del provvedimento non ha ancora avuto l’ok definitivo.

Centauri: viaggiare in autostrada è più sicuro

Secondo alcuni dati forniti da ACI (Automobile Club d’Italia) e Istat, i centauri coinvolti in un sinistro autostradale hanno quasi il doppio delle probabilità di sopravvivere rispetto allo stesso evento che si verifica su strada provinciale o statale. La maggior tutela per il motociclista arriva dall'assenza di incroci e di ostacoli, che riducono la pericolosità degli impatti in caso di caduta.

In tema di risparmio

Ricordiamo ai motociclisti che è possibile usufruire delle polizze RC Moto più convenienti grazie a CercAssicurazioni.it, il portale che effettua un servizio di comparazione gratuito, semplice e veloce.

Un esempio? Consideriamo la richiesta un generico assicurato 50enne residente a Roma (insegnante, coniugato, prima classe di merito da almeno due anni, patente mai sospesa, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 10.000 chilometri l’anno, ricovero del veicolo in box privato) che vuole stipulare una polizza per una Honda Forza 750 immatricolata nel 2020.

La polizza più conveniente, al 26 di febbraio, la offre Verti, che consente di pagare una rata annuale di 368,98 euro per una formula di guida che ammette i motociclisti con più di 23 anni di età e massimali pari a 7 milioni di euro per i danni alle persone e 2,5 milioni di euro per quelli alle cose.

Il contratto prevede una rivalsa per guida in stato di ebrezza che è limitata alla somma di 2500 euro; l’assicurazione rinuncia invece ad esercitare il diritto di rivalsa quando, al momento del sinistro, il conducente guidi con patente scaduta, purché venga rinnovata entro 90 giorni dalla data del sinistro.

A cura di: Enrico Campanelli

Parole chiave

pedaggi autostradali autostrade rc moto