Altri marchi del Gruppo:
MutuiOnline.it
PrestitiOnline.it
Segugio.it
Chiama gratis Assistenza Gratuita800 999 565

Scadenze auto: tutto quello che c'è da sapere

I termini per il pagamento di bollo e assicurazione sono due scadenze che gli automobilisti devono sempre ricordare. Altrettanto importante la scadenza della revisione, il controllo periodico delle condizioni dell’auto per accertarsi che rispetti tutte le normative vigenti.

Aggiornato il 31/05/2021

scadenze auto

Gli adempimenti legati al possesso di una vettura sono molto importati: rappresentano infatti per gli automobilisti un impegno non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello delle scadenze da ricordare.

È sempre necessario tenere a mente quando rinnovare il bollo e l’assicurazione, oppure quando eseguire la revisione: qui di seguito, sono riportate quelle che sono le scadenze da non dimenticare, perché in alcuni casi si rischiano pesanti sanzioni.

Bollo

Si tratta di un’imposta regionale che deve essere corrisposta una volta l’anno dal proprietario di un’auto iscritta al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

La scadenza del bollo è fissata generalmente in aprile, agosto e dicembre, ma il pagamento può essere effettuato entro il mese successivo a quello della scadenza. Ad esempio, per lo scorso mese gennaio, il termine per versarlo è il 28 febbraio 2021: quando l’ultimo giorno del mese cade di sabato o di giorno festivo, il termine è prorogato al primo giorno lavorativo utile.

Per quanto riguarda il primo bollo di una vettura nuova, va versato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione.

L’imposta è variabile, perché si calcola in base alla potenza effettiva dell’auto, espressa in kilowatt (kW), e alla sua classe ambientale (da Euro 1 a Euro 6). Ricordiamo che il metodo più rapido per calcolare l’imposta è quello online, grazie al portale dell’Agenzia delle Entrate. Per farlo bisogna inserire i dati che indicano il tipo di mezzo e il numero di targa, ottenendo in pochi secondi la cifra da versare.

Per le modalità di pagamento, il bollo può essere versato allo sportello delle Poste italiane con apposito bollettino, nei tabacchi convenzionati e nelle delegazioni dell’ACI (o nelle Agenzie di pratiche auto abilitate), nonché direttamente online con il servizio Bollonet o Telebollo.

I pagamenti in ritardo portano all’applicazione di una penale. Realizzando il saldo entro i 15 giorni successivi alla scadenza, il motociclista verserà una sanzione che sarà pari allo 0,1% della tassa (per ogni giornata di ritardo). L’importo della sanzione sale all’1,67% per un ritardo compreso tra i 30 e i 90 giorni, oltre agli interessi di mora, mentre dopo i tre mesi ed entro un anno dalla scadenza ammonterà al 3,75% dell’imposta originaria. Per periodi di tempo superiori all’anno scatterà una multa pari al 30% del tributo.

Revisione auto

La revisione (o collaudo) è uno degli obblighi a cui sono sottoposte le automobili per poter circolare regolarmente su strada. Si tratta di un controllo utilizzato per accertare la piena efficienza della quattro ruote, che deve circolare rispettando gli standard di sicurezza e i limiti di rumore e inquinamento stabiliti dalla legge.

L’ispezione riguarderà l’impianto frenante, la carrozzeria, i fari, l’impianto elettrico, lo stato degli pneumatici, i gas di scarico (viene collegato al tubo di scappamento un analizzatore che valuta il livello di emissioni).

Le forze dell’ordine possono multare chi circola senza revisione per un importo compreso tra i 169 e i 679 euro, una sanzione che viene raddoppiata in caso di omesso collaudo per più di una volta; inoltre, è disposto anche il divieto di circolazione fino a revisione effettuata. 

Il collaudo è obbligatorio dopo quattro anni dalla prima immatricolazione dell’autovettura ed entro il mese di rilascio della carta di circolazione; successivamente, la revisione deve essere eseguita ogni due anni, ma entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l'ultima revisione. Ad esempio, nel 2021 devono essere sottoposte a revisione le auto immatricolate nel 2017 e quelle che hanno sostenuto l'ultimo controllo nel 2019. Ricordiamo però che l'emergenza Coronavirus ha portato il Governo a rinviare di 10 mesi la scadenza del collaudo per tutti quei veicoli che avrebbero dovuto o dovranno sottoporsi al controllo entro il 30 giugno 2021.

RC Auto

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce che ogni veicolo, per poter circolare, deve essere coperto da una polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi. La polizza RC Auto scade generalmente dopo 12 mesi.

Passati i 15 giorni dalla scadenza, il cosiddetto periodo di tolleranza, si rischia il sequestro del veicolo e una sanzione che può andare da un minimo di 848 a un massimo di 3.396 euro. L’importo della multa può essere ridotto della metà se si rinnova la polizza entro 30 giorni dalla scadenza del contratto oppure se si provvede alla demolizione del veicolo entro 30 giorni dalla contestazione della violazione.

Molto spesso il mancato rinnovo dell’assicurazione auto non è intenzionale, ma può derivare da una semplice dimenticanza. Per evitare inconvenienti basta controllare sulla documentazione rilasciata dalla tua compagnia assicurativa (ricorda che non è più obbligatorio esporre il contrassegno) o anche visualizzarla online, grazie al “Portale dell’Automobilista”. Per quest’ultimo, sarà sufficiente selezionare la voce “Verifica copertura RCA” e inserire la targa del veicolo.

Domande correlate