Che cosa è il premio di polizza

Il premio di polizza è il prezzo che l'assicurato versa all'assicuratore in cambio delle garanzie prestate. Con l'avvenuto pagamento l'assicurazione contrae l'obbligo a risarcire i terzi, entro i limiti convenuti, per il danneggiamento derivante da un sinistro causato dall'assicurato oppure direttamente il proprio assicurato nei danni dei contratti Rischi diversi.
In pratica, è il costo della polizza.

Il pagamento del premio al momento della stipula del contratto è molto importante perché se il premio non viene versato, l'assicurazione resta sospesa sino alle ore 24 del giorno del pagamento.

Dopo il giorno di scadenza del contratto si hanno ancora 15 giorni a disposizione, chiamati "periodo di mora", per pagare quanto dovuto, durante i quali la copertura assicurativa resta operante.

Anche se il contratto è annuale, è possibile frazionare il pagamento del premio. Questa opportunità è concessa generalmente previo il pagamento di un interesse che varia generalmente dal 3% al 6% a seconda che si scelga un pagamento semestrale piuttosto che quadrimestrale.

Come viene calcolato

La legge ha imposto che le tariffe di riferimento, come pure le condizioni contrattuali, devono essere rese note attraverso i siti internet e le agenzie al fine di facilitare l'utente a poter fare un confronto fra le varie compagnie.

I parametri tariffari che portano ad una differenziano del premio si possono dividere in oggettivi e in soggettivi. I primi si riferiscono ai dati riguardanti il veicolo mentre i secondi sono i dati riguardanti l'assicurato.

Imposte

Un ultimo importante fattore che va a sommarsi a quelli già menzionati pocanzi nella composizione del premio della polizza sono le tasse imposte sui premi imponibili delle RCA.

Su questi gravano infatti:

  • un'imposta statale del 12,5% per la RCA e 13,5% per la Rischi diversi;
  • per la sola Rc auto, anche i contributi al Servizio sanitario nazionale del 10,5%. Quest'ultimo è un importo versato dagli assicurati alla compagnia di assicurazione, e da questa allo Stato, per compensare in via forfettaria i costi sostenuti dalle strutture sanitarie per la cura ed il ricovero degli infortunati in incidenti stradali;
  • per la sola Rc auto un prelievo sui premi a favore del Fondo di garanzia per le vittime della strada del 2,5%.
  • le eventuali franchigie;
  • l'importo del premio;
  • la durata del contratto.