Quali documenti devo avere?

La polizza

La polizza è il documento che attesta la conclusione del contratto di assicurazione.
Generalmente in una sola polizza sono presenti le condizioni relative sia alla RCA che alle garanzie rischi diversi, ed in particolare:

  • le generalità dei contraenti;
  • il tipo e la targa del veicolo;
  • le coperture e i massimali previsti;
  • le eventuali franchigie;
  • l'importo del premio;
  • la durata del contratto.

È importante che le informazioni richieste dalla compagnia (come i dati sul veicolo e la targa, la residenza, l'indicazione dei guidatori, con la loro età e professione eccetera) siano fornite dal contraente con esattezza: qualora queste informazioni dovessero risultare errate, incomplete o false la compagnia potrebbe non riconoscere in tutto o in parte la copertura e, dopo avere liquidato gli eventuali danni a terzi, potrebbe obbligare l'assicurato a rimborsarle in tutto o in parte la somma versata.

Certificato di assicurazione

Il certificato di assicurazione attesta l'esistenza, la validità e la durata di una copertura RC Auto e riporta:

  • il nominativo del contraente;
  • la residenza;
  • il tipo di veicolo;
  • la targa.

Sarebbe il caso, tuttavia, che il conducente portasse via con sé il certificato quando lascia l'auto parcheggiata: in caso di furto, è un documento che fa comodo ai ladri, in quanto appetibile dai falsari di polizze.
Ricordati inoltre che in caso di furto del mezzo, se il certificato dovesse trovarsi a bordo, devi menzionarlo nella denuncia fatta alle forze dell'ordine.

Il contrassegno

Chiamato generalmente "tagliando", viene rilasciato dalla compagnia per attestare l'esistenza della polizza.
Deve essere esposto obbligatoriamente sul parabrezza (parte anteriore del veicolo, e non sui vetri laterali o sul lunotto come a volte si vede fare) in modo che un agente passando possa già compiere una prima verifica sulla regolarità dei documenti del mezzo parcheggiato anche in assenza del conducente.

La carta verde

Documento che estende la validità della copertura RCA al di fuori dello Stato in cui è stipulata.

La scadenza del documento è la stessa della polizza RCA cui è legato. La carta verde può essere rilasciata sia dall'agente che ha emesso la polizza sia da un ufficio di assistenza turistica come quelli che si trovano alle frontiere.
Alcune compagnie la rilasciano automaticamente e gratuitamente all'atto della stipula o del rinnovo della polizza; altre a pagamento.

Per recarsi nei paesi che non hanno aderito alla convenzione internazionale sulla carta verde è necessario stipulare una polizza apposita, con validità per il solo periodo di permanenza, nel paese che si vuole visitare. Per fare ciò o la si compra direttamente negli uffici alla frontiera o ci si può rivolgere agli uffici diplomatici di quel paese presenti in Italia, chiedendo, se sia possibile, di stipulare un contratto via posta o internet prima della partenza.
Va rilevato che la sottoscrizione di una polizza temporanea di frontiera è generalmente molto più cara.

Modulo della constatazione amichevole di incidente (modulo blu o CID)

E' il documento con il quale è possibile effettuare la denuncia di un sinistro per l'assicurazione RCA.
Questo modulo è molto utile da avere a bordo dell'auto poiché in esso sono già elencate tutte le informazioni di cui le compagnie di assicurazione possono aver bisogno al fine di pagare il sinistro.

Attestazione dello stato di rischio

L'attestazione dello stato di rischio è un documento emesso dalla compagnie assicuratrici che indica gli eventuali sinistri verificatisi negli ultimi cinque anni e specifica in quale classe di merito di assegnazione si trovi attualmente l'assicurato.

Tale documento deve essere reso disponibile al contraente presso l'Agenzia o inviata al domicilio dello stesso almeno trenta giorni prima della scadenza contrattuale o anche a seguito di semplice richiesta dell'assicurato.