Che cosa è la formula del Bonus-Malus

La dinamica bonus malus è la base della maggior parte delle polizze assicurative di responsabilità civile delle automobili in Italia. Il bonus malus è il meccanismo che regola i costi delle polizze e che fa si che il costo del premio assicurativo di una polizza sia sempre diverso di anno in anno. Se non si provocano incidenti si paga meno se invece si provocano incidenti si paga di più. La definizione del costo della polizza si basa sulle classi di merito assicurative.

Semplificando il discorso possiamo dire che ci sono 18 classi di merito e che la 14esima, rappresenta la classe d'ingresso, che corrisponde alla tariffa base. Più bassa è la classe più economica è la polizza. Esiste un periodo di osservazione nel quale viene valutata la virtuosità del guidatore. Se, nel periodo di osservazione, l'automobilista non causa incidenti, scende in 13esima classe (si dice che va in bonus) ottenendo uno sconto sul successivo premio assicurativo; se invece causa incidenti, retrocede in 16esima (allora andrà in malus) e subisce un rincaro del prezzo da pagare per la nuova polizza.

[Le classi di merito delle varie compagnie di assicurazione non sono necessariamente identiche, le compagnie di assicurazione hanno infatti un certo margine operativo nella gestione e definizione delle loro classi interne. Esiste però un sistema chiamato classe di conversione universale per facilitare i passaggi da una compagnia all'altra, cosicché l'assicurato non perda la propria classe di merito. Si usano tabelle predisposte dall'Ivass (ex Isvap) per confrontare la classe di merito con la propria compagnia assicurativa (classe interna o contrattuale) con quella universale dell'Ivass (ex Isvap), che può essere poi tradotta nella classe di merito di qualsiasi altra compagnia di assicurazione.]

L'assicuratore, al massimo 30 giorni prima della scadenza della polizza, deve consegnarvi l' “attestazione dello stato di rischio” o “attestato di rischio” (che certifica in quale classe di merito sei) relativo al veicolo assicurato. Questo documento oltre alla classe di merito assegnata dalla compagnia assicurativa stessa in base alle proprie tabelle, deve sempre riportare anche la classe di conversione universale di assegnazione, abbreviata CU, che ha valore di legge nei confronti di ogni altra compagnia e pone a riparo da qualsiasi equivoco interpretativo nel caso di cambio assicurazione e/o contenzioso.

I guidatori virtuosi hanno davvero la possibilità risparmiare sulla propria polizza auto nel lungo periodo: se non si fanno incidenti, una volta raggiunte le classi più meritevoli (meno di 8) i soldi risparmiati sono tanti. E attenzione: il risparmio non è legato a un'assicurazione ma si mantiene, quindi prima di rinnovare la propria polizza conviene confrontare le offerte delle altre compagnie!